Mezze stagioni in montagna: i consigli per un’escursione in sicurezza

di Luigi CianoAppennino.TV

Siamo con l’AMM Andrea Lolli di Gran Sasso Guides per parlare di un tema molto importante, spesso sottovalutato: la sicurezza in montagna per le escursioni nelle mezze stagioni.

L.C. Ciao Andrea, allora quali sono i consigli che un professionista abilitato ad operare in ambiente montano può darci per affrontare una gita escursionistica in tutta sicurezza in questo periodo di transizione stagionale?

A.L. Ciao amici di AppenninoTV e amici di Campo Base, la primavera è alle porte e come sempre gli escursionisti si riavvicinano sempre di più alle attività outdoor di stampo appunto primaverile-estivo. La montagna, questo non ci stancheremo mai di dirlo, va sempre presa con tutte le dovute precauzioni, con tutte le dovute attenzioni del caso e i periodi che nascondono più pericoli sono proprio quelli di transizione stagionale.

Questo perchè sulla maggior parte dei sentieri, soprattutto in quota, le condizioni che troviamo sono le più disparate. In questi giorni, ad esempio, ci sono state altre nevicate copiose quindi, quelli che sono i sentieri che si percorrono normalmente e in relativa sicurezza d’estate, d’inverno e in questi periodi possono diventare molto pericolosi perché ci si può trovare in condizioni o di neve fresca e neve caduta, come è successo in questi giorni, su strati già consolidati e trasformati, che quindi avevano subito già dei metamorfismi termici importanti che possono creare appunto dei distacchi valanghivi.

In primavera questo succede anche di frequente con valanghe di fondo e fenomeni di questo genere a cui bisogna prestare particolare attenzione.

Stesso discorso, questo è un argomento su cui siamo tornati spesso e ci torneremo sempre, è quello dell’abbigliamento. Capita spesso che la giornata parta con temperature miti e discrete ma subisce variazioni termiche molto considerevoli nell’arco della stessa giornata, comprese le precipitazioni che possono essere anche di carattere nevoso.

Quindi occorre calcolare bene i tragitti, i tempi, agibilità di rifugi ecc. insomma queste sono tutte valutazioni che vanno fatte nel caso di escursionisti che vanno in montagna in autonomia.

È quindi sempre importante portare con se sia gli scarponi sia i ramponcini da neve laddove le condizioni non presentano particolari pendii o esposizioni, o addirittura ramponi e piccozza laddove invece ci si possa trovare in condizioni di tratti misti di sentiero normale pulito e sentiero innevato.

Le indicazioni principali sono queste, noi consigliamo sempre di affidarsi a dei professionisti, Accompagnatori di Media Montagna per le escursioni, Guide Alpine per le uscite alpinistiche, qualora ci si voglia avventurare su sentieri in periodi di transizione stagionale poiché le guide, solitamente locali del posto, conoscono bene le condizioni contingenti di quel momento e quindi possono scegliere, indicare, accompagnare verso l’escursione più sicura e verso l’attività che possa essere effettuata nella maniera più sicura possibile in quel momento e in quel frangente.

L.C. Grazie e ci vediamo sul Gran Sasso!

Informazioni

Avvia chat
1
Bisogno di aiuto?
Salve, come possiamo aiutarti?
[]