Curiosità sul Gran Sasso

Siamo decisamente in pieno periodo autunnale, che ad alta quota significa avere le prime nevicate, quindi chiudi gli occhi e immagina di trovarti in uno dei ristori e rifugi situati sul Gran Sasso, sorseggiando una bevanda calda, vicino al camino, mentre  fuori sta scendendo delicatamente la neve…

Abbiamo già parlato del Gran Sasso, anzi se ti sei perso/a  l’articolo precedente ti invitiamo a  leggerlo qui.

Il Gran Sasso, con i suoi 2.912 m s.l.m è la vetta più elevata degli Appennini, offre  panorami mozzafiato e la possibilità di fare attività outdoor in tutte le stagioni! In inverno è il protagonista delle piste da sci e degli sport outdoor dell’Italia centrale, infatti si può praticare alpinismo, sci e snowboard, in primavera è la location ideale per  praticare arrampicatavie ferrate  ed escursionismo, in estate è la giusta meta per scappare dalla calura estiva e per praticare trekking, arrampicata ed escursionismo e in autunno si può praticare trekking, escursionismo e hiking.

Ma sapevi che è anche protagonista di leggende, storie e curiosità? Sei pronta/o a  scoprire le curiosità sul Gran Sasso?

Ghiacciaio del Calderone

Sapevi che sul Gran Sasso  è presente il ghiacciaio più meridionale d’ Europa e l’unico di tutti gli Appennini? É il Ghiacciaio del Calderone, classificato come glacionevato, studiato da geologi e glaciologi provenienti da tutto il mondo. Il ghiacciaio è raggiungibile tramite i percorsi di avvicinamento e salita sul Corno Grande, sia dal versante teramano di Prati di Tipo che dal versante aquilano di  Campo Imperatore.

Laboratori sotterranei

Sapevi che all’interno del Gran Sasso ci sono i laboratori di ricerca più grandi e  importanti al mondo? Una vera e propria città sotterranea dove sono situati i laboratori dell’ Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Hai capito bene, si trovano proprio in pieno Parco Nazionale d’ Abruzzo, tra le province di Teramo e  L’ Aquila: i laboratori vengono utilizzati  per condurre ricerche ed esperimenti di astrofisica.

Tratturi

In Abruzzo è possibile ripercorrere le antiche vie dei tratturi, infatti le regioni del centro – sud Italia  erano soggette alla transumanza, ossia  il fenomeno della migrazione  stagionale che coinvolgeva pastori e bestiame, che dai  pascoli di montagna scendevano ai pascoli a valle durante l’inverno e viceversa durante l’estate.

Vuoi fare un’ escursione sul Gran Sasso o in Abruzzo? Contattaci! Saremo lieti di consigliarti l’abbigliamento e l’attrezzatura più adatta per qualsiasi attività outdoor! Inoltre fino al 15/11/2020 approfitta della nostra promozione MID SEASON! 😉

Avvia chat
1
Bisogno di aiuto?
Salve, come possiamo aiutarti?