Rifugio Franchetti: burocrazia e sopravvivenza

Attivo dal 1960, il Rifugio Franchetti al Gran Sasso d’Italia è stato chiuso in anticipo per motivi burocratici, in particolare per il mancato rilascio della licenza d’esercizio. Secondo quanto riferito da Luca Mazzoleni, il gestore ufficiale del rifugio dal 1988, è rimasto aperto al pubblico solo il locale adibito a rifugio invernale d’emergenza, fornito delle sue attrezzature operative. Il Rifugio Franchetti, ormai da tempo entrato nel mito dei rifugi montani, ha ricevuto l’accatastamento ufficiale solo qualche mese fa, nonostante cinquantasette anni di operatività e di (meritata) fama, dovuta agli enormi sforzi degli appassionati gestori che nel tempo si sono avvicendati alla sua guida.

 

Luca Mazzoleni su Facebook

Vorrei per prima cosa ringraziare tutti per la solidarietà e gli attestati di stima: in certi momenti sentire la vicinanza e l’amicizia delle persone è importante, fondamentale per aver voglia di continuare.

Però devo anche chiarire un malinteso che emerge dall’articolo, sicuramente dovuto alla complessità delle procedure per regolarizzare un’attività così difficile da classificare come un rifugio di alta montagna: non è al Sindaco di Pietracamela Michele Petraccia che dobbiamo dare la responsabilità di una situazione che si cerca di risolvere da oltre 30 anni. La responsabilità è una burocrazia complessa, esasperante e a volte incomprensibile. Se non si è regolarizzato prima il Franchetti la colpa è da condividere tra tutti: amministratori, tecnici, presidenti, gestori.

Nessuno ha creato ostacoli, tutti ci abbiamo provato ma dopo decenni la situazione è ancora questa.

Io credo che finalmente si troverà una soluzione, ne sono sicuro; è stato un bene che il problema sia venuto alla ribalta, di questo ringrazio anche Stefano Ardito.

L’attuale giovane sindaco di Pietracamela si è ritrovato in mano una bomba con la miccia accesa decenni fa e che finora nessuno ha saputo disinnescare, le pratiche amministrative sono lente certo, ma non è questo sindaco il problema, anzi lui è la soluzione.

Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Comune di Pietracamela e CAI di Roma in questi giorni sono al lavoro perché finalmente anche il rifugio Franchetti abbia tutte le carte a posto, quindi dobbiamo essere positivi.

Ora il Franchetti è chiuso e questo fa male, ma è questione di poco: nei fine settimana di settembre sarò di nuovo su con chi vorrà aiutarmi perché non si può tener chiuso un rifugio d’alta montagna, non il Franchetti!

Buona montagna a tutti.
Luca Mazzoleni

 

Il Rifugio Franchetti su Facebook: https://www.facebook.com/RifugioFranchetti/
Sito web ufficiale del rifugio: http://rifugiofranchetti.it/

Avvia chat
1
Bisogno di aiuto?
Salve, come possiamo aiutarti?